Ricevimento chic con il tavolo imperiale

Allestire un’unica tavolata a cui far sedere tutti gli invitati fino a poco tempo fa era un lusso che si concedevano solo gli sposi che avevano un numero di ospiti limitato. Oggi, invece, anche coloro che hanno molti invitati non rinunciano a questa ipotesi. Naturalmente sarà necessario avere una sala abbastanza grande oppure un ampio giardino, ma volete mettere l’effetto scenografico che viene a crearsi? Semplicemente perfetto.

img3Se anche voi siete tra le spose che vorrebbero una soluzione del genere per il ricevimento di nozze, abbiamo qualche consiglio che non potete perdere.
Occorre dire, innanzitutto, che il tavolo imperiale può essere unico rettangolare oppure a ferro di cavallo.

Nel primo caso gli sposi si posizioneranno al centro del lato lungo mentre nel secondo caso, invece,  si posizioneranno al centro del lato corto. Lo sposo siede alla sinistra della sposa, che avrà alla sua destra, in sequenza, il padre dello sposo, una testimone donna, il padre della sposa seguito da un’altra testimone donna. Alla sinistra dello sposo, invece, siederanno, con lo stesso ordine, le madri dei neo coniugi e i testimoni uomini. Gli altri ospiti possono essere posizionati secondo diversi criteri: dai parenti più stretti agli amici, dalle persone più anziane a quelle più giovani, l’importante è sempre mantenere, per quanto possibile, l’alternanza uomo donna.

Per gli allestimenti, invece, il tavolo imperiale si presta a tre bellissime soluzioni: dei vasi con piccoli bouquet, magari di fiori diversi, alternati a delle candele; un’unica soluzione compatta che va dall’inizio alla fine del tavolo fatta con diversi tipologie di fiori ed infine, a nostro avviso la più romantica e ad effetto, vasi alti con fiori che scendono a cascata verso il tavolo e qualche candela ad illuminarli.

E il tableau? Nel tavolo imperiale non serve, bastano le “escort cards” ovvero dei bigliettini, uno per ogni invitato, sui quali sarà posto il nome dei vostri ospiti ed un numero che coincide con il suo posto a tavola. Sul tavolo, a sua volta, ogni posto riporterà un numero secondo un ordine crescente.

Aggiungi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *