Scegli il fotografo del matrimonio in 4 mosse!

Il giorno del matrimonio è sicuramente indelebile nel cuore di ogni sposa, ma le foto dei momenti più belli lo rendono immortale.

La ricerca del fotografo è quindi un amore a primo scatto che va inseguito sin da subito perché ogni professionista ha un suo modus operandi e ciascuno di noi un gusto diverso. Se vi sposate nei mesi più ambiti (maggio, giugno, settembre), iniziate la ricerca con un anno d’anticipo perché la richiesta è altissima e rischiate di perdere il vostro artista!


Vi indichiamo 4 mosse per aiutarvi nella scelta e poter cominciare a sognare i vostri scatti!

1- OBIETTIVO
Prima di rivolgervi al professionista, ponetevi degli obiettivi per il vostro servizio fotografico, in base alle esigenze, alla location ed agli invitati.
C’è chi gradisce un reportage classico con le foto in posa e chi, invece, vuole lasciarsi sorprendere dall’attimo colto per caso o dal momento spontaneo.

bride-and-groom-952451_960_720

2- STILE
Il secondo passo è quello di sbirciare le immagini dei fotografi per capire se il loro stile è compatibile con i vostri desideri. Studiate bene la luce scelta, le inquadrature, la qualità e la tipologia di scatti. A questo punto di può passare al contatto diretto, verificando attraverso il passaparola o le recensioni se c’è una corrispondenza di intenti.

fotografia

3- EMPATIA
Il fotografo sarà presente nei momenti anche intimi e privati; è dunque fondamentale sentire un’empatia con lui ed instaurare un rapporto di fiducia per potersi intendere durante le riprese e gli attimi delle foto. Questo lo renderà “invisibile” ai vostri occhi durante gli scatti più romantici e sarà bello poter giocare con l’ispirazione del momento realizzando immagini uniche.

FOTOGRAFO-MATRIMONIO-188

4- BUDGET
Aspetto che non va assolutamente sottovalutato è quello economico. Stabilire a priori termini e condizioni del contratto è una parte molto importante, così da non creare incomprensioni e malcontenti. Con le tecnologie moderne ed un pizzico di creatività ci si può venire incontro con i budget e non rischiare spese folli per confezionare un servizio che poi non rispecchi il volere di tutti.

Aggiungi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *