Conosci tutte le tradizioni legate al matrimonio ? Le abbiamo selezionate per te!

Conosci tutte le tradizioni legate al matrimonio ? Le abbiamo selezionate per te!

Un simpatico viaggio da nord a sud, con qualche incursione internazionale, per scovare le tradizioni matrimonio ancora in voga, tra strani oggetti all’interno delle scarpe da sposa e lunghezze del velo calcolate sulla base di criteri ben precisi, indipendentemente dal modello di abito da sposa. Un articolo che vi farà sorridere, ripensando alle tipiche usanze del vostro territorio a cui spesso le mamme e le nonne sono ancora molto legate.

1. Il corredo esposto

L’idea del corredo esposto è ormai un’antica tradizione matrimonio decisamente affievolita nel corso del tempo che prevedeva l’allestimento della casa della sposa con tutti gli abiti acquistati per il suo corredo: dalla biancheria da tavola a quella della zona letto. In questo modo le zie, le vicine e i parenti dello sposo potevano prendere atto dell’investimento economico fronteggiato dalla famiglia della sposa. Oggi questa tradizione testimonia ancora l’estrema cura con cui viene progettato il famoso corredo nuziale.

2. Le lettere d’amore

Una tradizione matrimonio romanticissima è quella che vede entrambi gli sposi impegnati, la sera prima delle nozze, a scrivere una lettera colma di frasi d’amore e ogni auspicio, da chiudere in busta, custodire segretamente e poi leggere insieme il giorno del primo anniversario di nozze.

3. La lunghezza del velo

Una tipica tradizione matrimonio del sud Italia vuole che la sposa indossi il velo la cui lunghezza sia commisurata agli anni di fidanzamento: ad ogni anno corrisponde un metro; tanto più lungo è il velo, tanti più saranno gli anni che la giovane avrà atteso prima di compiere il grande passo.

4. Il centesimo nella scarpa

Accanto alla tradizione più nota di indossare le classiche 5 cose (prestata, regalata, nuova, vecchia, blu), per la sposa c’è una vecchia usanza che la invita ad infilare all’interno delle sue scarpe eleganti una monetina da un centesimo (o da un qualsiasi valore simbolico) per invocare prosperità, benessere e ricchezza alla coppia.

5. La “vera” storia delle fedi

Simbolicamente le fedi sono indossate all’anulare in quanto proprio dal quel dito della mano sinistra passa una vena collegata con il cuore e quindi con l’amore; in molte zone d’Italia le fedi vengono chiamate vere a simboleggiare i sentimenti e la fedeltà. L’acquisto spetta tradizionalmente allo sposo o ai testimoni e non deve essere mai fatto in concomitanza con l’anello di fidanzamento.

6. Il lancio: qualunque sia, deve esserci

Se pensate bene alle tradizioni del matrimonio, vi verrà subito in mente come molti rituali possano ricollegarsi al lancio: il riso, le colombe, le farfalle, il bouquet di fiori e per i più temerari la giarrettiera. Vediamo allora il senso recondito di ciascun lancio:

  • il riso oggi viene lanciato in ricordo di un’antica leggenda orientale grazie alla quale questo cereale è diventato simbolo di abbondanza, fertilità e gioia;
  • le colombe sono il simbolo di unione indissolubile per antonomasia, proprio per la tipica caratteristica della loro specie, quindi il lancio è un augurio di amore eterno;
  • le farfalle sono l’emblema del colore della purezza e soprattutto della trasformazione, ecco che gli sposi le liberano in cielo come segno di trasformazione compiuta nella loro vita;
  • il bouquet viene lanciato a fine festa ad un gruppo di invitate nubili e chi se lo aggiudicherà, vedrà avverato il sogno di sposarsi entro l’anno;
  • la giarrettiera viene sfilata dallo sposo e lanciata ad un gruppo di inviati celibi e per la stessa logica del bouquet, anche in questo caso chi se la aggiudicherà, andrà all’altare entro l’anno.

7. Un albero da piantare

Direttamente dal Nord Europa arriva la tradizione di piantare un albero, meglio se di pino, a ridosso del giorno delle nozze. I pini, nello specifico, simboleggiano fortuna ed è questo l’augurio più grande oltre al messaggio di cura e dedizione. In Italia, sebbene questa tradizione sia poso diffusa, nell’ultimo periodo molte coppie stanno scegliendo le piante come idea per la bomboniera di matrimonio ecologica, semplice e ricca di significati.

8. La torta: l’ospitalità dei nuovi padroni di casa

Nell’immaginario collettivo la torta rappresenta la parte finale di qualsiasi festeggiamento ma nelle nozze lo è ancora di più: il taglio della torta rappresenta un gesto di cortesia fatto dalla nuova famiglia, nei confronti degli invitati; una piccola attenzione riservata dai “padroni di casa” ai loro ospiti. Secondo la tradizione anglosassone, poi, è bene che una fetta di torta nuziale venga congelata e conservata nel corso del tempo.

9. Charms nascosti

Un’antica tradizione vittoriana vede nascondere all’interno della torta nuziale, una volta cotta, dei charms (accompagnati da un nastrino di seta) dal significato ben preciso, affinché possano essere trovati dagli ospiti: un anello, simbolo di matrimonio imminente; un’ancora simbolo di avventura; un cuore, simbolo di una storia d’amore; una stella, simbolo di desiderio pronto ad avverarsi.

10. Il viaggio più dolce che ci sia

La tradizione vuole che la luna di miele abbia la durata di un mese intero. Il nome infatti riprende il primo mese di matrimonio (luna) insieme alla bevanda solitamente usata per celebrare le nozze ovvero l’idromele (una bevanda alcolica ottenuta proprio dal miele).

Molte di queste tradizioni sono ormai andate perse nel tempo tanto da restare nella memoria storica delle persone più anziane; molte sono legate a retaggi del passato surclassati anche dalla cosiddetta parità dei sessi. Di sicuro, la tradizione a cui si è ancora molto legati è quella che vede la bomboniera di matrimonio corredata da un dolce sacchetto contenente cinque confetti simbolo di salute, ricchezza, felicità, lunga vita e fertilità.